Voglio fare, insieme a te, una riflessione sulle nostre relazioni e su come siamo costantemente influenzati dalle persone che scegliamo di avere nella nostra vita e da quelle con cui lavoriamo.

La pandemia ha generato molti cambiamenti nelle relazioni: amicizie che si sono spente, altre che sono sbocciate o cresciute inaspettatamente, colleghi di lavoro che sono stati di supporto proprio quando ne avevamo più bisogno e poi tanti tantissimi incontri bidimensionali che mai ci sarebbero stati senza Zoom.

Insomma, la magia delle relazioni!

Ma non è sempre così.

A volte ci capita di interpretare male gli altri e di sentirci incapaci di connetterci con le persone che per noi sono importanti perché non riusciamo a trovare le parole.

Come stanno le tue relazioni nella vita e sul lavoro? In che modo influenzano il tuo benessere nel bene e nel male?

Le relazioni sono modi preziosi per mostrarci chi siamo. Ci contaminano, ci fanno da specchio, ci aprono uno spazio di apprendimento.

È importante in questo senso chiedersi:

  • Chi sto diventando per le persone che mi circondano?
  • Chi sta rafforzando le mie cattive abitudini o mi sfida ad essere più forte o migliore?
  • Quali rapporti di lavoro hanno resistito allo smart working e alle pochissime occasioni di incontro in presenza? Come esprimo la mia gratitudine verso queste persone?
  • Ho paura al pensiero di tornare in ufficio?

Il mio invito è a rimanere curioso delle persone che ti circondano, a prendere consapevolezza di come ti stanno influenzando e ad avere ben chiari i tuoi confini.